Barra navigazione

Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: Barra navigazione | · Stampa

Comunicato stampa N° 532 del 20/9/2013

centro fauna, nuova voliera per curare i rapaci
domenica 22 settembre inaugura, più grande in italia

Immagine corrente

Una nuova struttura per la riabilitazione di grossi rapaci sarà inaugurata domenica 22 settembre al Centro fauna selvatica Il Pettirosso in via Nonantolana 1217 a Modena. All'inaugurazione, in programma alle ore 17 intervengono Luca Gozzoli, assessore provinciale alle Politiche faunistiche, e Simona Arletti, assessore all'Ambiente del Comune di Modena; partecipano anche il senatore modenese Stefano Vaccari e il parlamentare europeo Andrea Zanoni.  Nel corso della cerimonia, aperta al pubblico, saranno liberati diversi uccelli salvati e curati dai volontari.

La voliera, la più grande del genere a livello nazionale,  consente di curare e riabilitare grossi rapaci, salvati dai volontari in situazioni di difficoltà o feriti.

Come spiega il responsabile del Centro fauna Piero Milani «la struttura sarà messa a disposizione di tutti quei centri che hanno un rapace da riabilitare; non è quindi destinata all'allevamento. Sono anni che Il Pettirosso accoglie animali da tutta Italia e vista la ristrettezza economica che attanaglia le associazioni come la nostra è un successo del mondo del volontariato».

La struttura sorge in un'area attigua al Centro messa a disposizione dal Comune di Modena, collegata da una passerella sul cavo Minutara. L'intervento, costato quasi 40 mila euro, è finanziato dalla Fondazione Cassa di risparmio di Modena e con i fondi del cinque per mille.  

I primi ospiti della voliera sono una coppia di gufi reali con un'apertura alare di oltre due metri, da tempo ospiti del Centro dopo essere stati salvati nelle campagne di Carpi in pessime condizioni e non più in grado di vivere autonomamente.

La struttura, dotata di schermature e coperture a protezione di eventi atmosferici anche violenti, contiene una zona umida dove i rapaci possono bagnarsi, elemento  essenziale per la loro salute; all'interno di questo laghetto, ossigenato da una pompa a circuito chiuso alimentata da un pannello solare, ci sono delle gambusie, pesciolini in grado di scongiurare il pericolo del proliferare di nidi di larve di zanzara.

Il Centro fauna si occupa del recupero e della cura della fauna selvatica in difficoltà, sulla base di un convenzione con la Provincia di Modena. Per le segnalazioni e richieste di intervento sono attivi 24 ore su 24 alcuni numeri telefonici: 339 8183676-339 3535192; oppure è possibile chiamare anche il servizio 118.

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
20/9/2013
Numero
532
Ora
12
chiusura della tabella
Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Amministrativa
··› Servizio Affari Generali e Polizia Provinciale
···› Ufficio Stampa
ProprietÓ dell'articolo
autore: ufficio stampa
data di creazione: venerdý 20 settembre 2013
data di modifica: venerdý 20 settembre 2013