Barra navigazione

Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: Barra navigazione | · Stampa

Comunicato stampa N° 379 del 18/6/2014

lupo, regione aumenta i fondi per la prevenzione
gozzoli: "più contributi per dissuasori e maremmani"

Il fondi messi a disposizione dalla Regione per la prevenzione degli attacchi dei lupi agli allevamenti sono aumentati a 225 mila euro per tutto il territorio regionale. Per Luca Gozzoli, assessore provinciale all'Agricoltura, «è una buona notizia che ci consente di soddisfare un numero sempre crescente di richieste. Queste tipologie di finanziamenti, in particolare i fondi destinati agli impianti di dissuasione e per l'acquisto di cani maremmani, sono state peraltro introdotte dalla Provincia di Modena già dallo scorso anno con risultati positivi».

La Regione, infatti, finanzia gli acquisti da parte degli allevatori di recinzioni speciali, dissuasori sonori e elettronici e per l'impiego di cani maremmani che sono considerati il metodo più efficace per salvaguardare il bestiame dagli attacchi dei lupi. Il bando per presentare le domande uscirà nei prossimi giorni. 

Per illustrare gli obiettivi del bando i tecnici di Provincia e Regione hanno organizzato nelle scorse settimane un incontro a Lama Mocogno.

Lo scorso anno la Provincia di Modena aveva investito in via sperimentale 12 mila euro per questo tipo di iniziative, finanziando tutte le richieste arrivate. I cuccioli maremmani sono stati consegnati a tre allevamenti a S.Michele dei Mucchietti e a Pavullo, insieme a dissuasori acustici e recinti elettrificati.

La Provincia oltre a fornire i materiali e maremmani per la prevenzione, risarcisce, sempre con fondi regionali,  anche gli eventuali danni: nel 2013 i risarcimenti agli allevatori per i danni dovuti agli attacchi predatori, soprattutto da lupi e da cani fuori dal controllo dei proprietari, ammontano a oltre dieci mila euro.

Sempre nel 2013 gli attacchi predatori hanno provocato l'uccisione di 40 pecore, sei agnelli, nove montoni, dieci capre, una manza e un puledro; gli episodi si sono verificati soprattutto nella zona di Pavullo e Riolunato, ma gli avvistamenti di lupo, specie protetta, riguardano diverse zone della montagna con grande preoccupazione da parte degli allevatori.

 

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
18/6/2014
Numero
379
Ora
16
chiusura della tabella
Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Amministrativa
··› Servizio Affari Generali e Polizia Provinciale
···› Ufficio Stampa
ProprietÓ dell'articolo
autore: ufficio stampa
data di creazione: mercoledý 18 giugno 2014
data di modifica: mercoledý 18 giugno 2014