Barra navigazione

Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: Barra navigazione | · Stampa

Comunicato stampa N° 50 del 17/01/2005

fenicottero rosa trovato dalla polizia provinciale
ora è in cura a modena al centro fauna selvatica

Un bellissimo esemplare di fenicottero rosa è stato trovato in un bosco nella zona di Monzone di Pavullo, nella tarda mattinata di oggi, lunedì 17 gennaio. Impaurito e leggermente ferito ad un’ala, non riusciva a volare e stava immobile tra i rovi. Subito soccorso dagli operatori del Corpo di polizia provinciale, sulla base di una segnalazione di un cittadino del posto, l’animale è stato portato al Centro soccorso per animali selvatici di Modena per le prime cure.

Risulta complessivamente in buone condizioni e in pochi giorni potrà tornare a volare. Molto probabilmente l’animale è cresciuto in cattività (questo non è un periodo di migrazioni) e quasi sicuramente se lasciato libero non sarebbe in grado di sopravvivere. Il suo futuro, quindi, potrebbe essere all’interno di un ecoparco o in una struttura dove venire assistito. In Italia esistono solo due aree dove sono presenti comunità di fenicotteri selvatici: a Comacchio e in Sardegna.

La collaborazione tra il Corpo di polizia provinciale e Centro soccorso animali selvatici di Modena avviene sulla base di un accordo siglato di recente che prevede, appunto, la cattura o il recupero di animali selvatici feriti e in difficoltà.

Per le segnalazioni dei cittadini sono attivi 24 ore su 24 alcuni numeri telefonici: 339 8183676-339 3535192 oppure è possibile chiamare anche il servizio 118.

Come spiega Alberto Caldana, assessore provinciale all’Ambiente, la collaborazione risulta "particolarmente preziosa perché funziona da supporto all’attività del corpo di polizia provinciale per il controllo e il soccorso degli animali in difficoltà. Il centro, inoltre, da alcuni anni è un punto di riferimento importante per tutti i cittadini che intendono segnalare casi e situazioni di questo genere".

Nel 2004 gli operatori del centro hanno soccorso ben 810 animali selvatici. Nell’elenco figurano caprioli, volpi, rapaci diurni e notturni, istrici, tassi e ricci ma anche cinque iguane e due enormi pappagalli esotici.

Il centro – che si trova a Modena in via Nonantolana 1217 - sta organizzando, a partire da febbraio, anche un corso per volontari e in questi giorni si sono aperte le iscrizioni.

ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: lunedý 17 gennaio 2005
data di modifica: giovedý 25 agosto 2005