Barra navigazione

Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: Barra navigazione | · Stampa

Comunicato stampa N° 422 del 07/04/2005

poiana intossicata, salvata dalla polizia provinciale
dopo le cure è stata rimessa in libertà a serramazzoni

Uno splendido esemplare di poiana era stata trovata nella zona di Montecuccolo Serramazzoni dalla Polizia provinciale nei mesi scorsi oramai allo stremo, vittima di una intossicazione, forse provocata da un boccone avvelenato.

Dopo le cure e le attenzioni dei volontari del Centro soccorso animali di Modena l’animale ora è tornato a volare: è stato liberato ieri, mercoledì 6 aprile, dai volontari e dagli agenti della Polizia provinciale nella stessa zona dove era stata ritrovata e dove presumibilmente la sta aspettando la sua compagna femmina: le poiane, infatti, sono uccelli rigorosamente monogami.

Si tratta dell’ultimo esemplare di un gruppo di cinque poiane trovate intossicate dalla Polizia provinciale che sono poi state curate e liberate nelle scorse settimane.

Diffusa nel nostro Appennino, la poiana è un rapace simile all’aquila ma di dimensioni più ridotte: è lunga circa 50, ha corpo massiccio con coda ampia e arrotondata e ali larghe ma corte. Il colore è bruno scuro macchiettato. Le zampe hanno unghie ricurve e appuntite. Tipico delle poiane è il volo lento e con ampi e lunghi volteggi planari. Si ciba di piccoli mammiferi, insetti, talvolta uccelli ma anche carogne ed è una grande sterminatrice di topi. Cattura la preda sul terreno dopo aver atteso il momento propizio sugli alberi.

La poiana nidifica sulle pareti rocciose, sugli alberi e sul terreno scosceso. Effettua vere e proprie parate nuziali tra gennaio e aprile; gli accoppiamenti e la costruzione del nido avvengono a partire dal mese di marzo.

L’attività del Centro soccorso animali selvatici di Modena avviene sulla base di un accordo siglato di recente con la Provincia che prevede la cattura o il recupero di animali selvatici feriti e in difficoltà.

Per le segnalazioni dei cittadini sono attivi 24 ore su 24 alcuni numeri telefonici: 339 8183676-339 3535192 oppure è possibile chiamare anche il servizio 118.

Il centro – che si trova a Modena in via Nonantolana 1217 - organizza anche corsi per eventuali nuovi volontari che vogliono offrire il proprio contributo per la salvaguardia e il rispetto degli animali.

ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: giovedý 7 aprile 2005
data di modifica: giovedý 25 agosto 2005