Barra navigazione

Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: Barra navigazione | · Stampa

Comunicato stampa N° 1227 del 15/9/2006

caccia \ 5 – le regole del calendario venatorio

tesserini, norme comportamentali e i fucili

In vista dell’apertura della caccia domenica 17 settembre, i cacciatori modenesi stanno ritirando nei Comuni di residenza il tesserino regionale, un libretto dove ogni cacciatore potrà più facilmente trascrivere negli appositi spazi oltre la data, la sigla dell’Atc o Afv anche il tipo di caccia svolto quel giorno (da appostamento o vagante). Pertanto i cacciatori trovano nei Comuni due calendari, da usarsi necessariamente assieme: quello regionale dovrà essere usato per le disposizioni regionali che la Provincia non ha modificato, quello provinciale espone solo le modifiche valide per il modenese.

Il calendario provinciale, inoltre, definisce anche le norme comportamentali per la salvaguardia dell’ambiente agricolo e forestale: quando e come si può entrate in un frutteto o in un campo coltivato, in una zona di rimboschimento o in un vigneto.

Definite anche le prescrizioni sulle armi. I fucili semiautomatici a canna liscia - in ottemperanza delle norme Unione europea - dovranno essere muniti di appositi limitatori di colpi che non potranno contenere più di due cartucce. Per la caccia alla selvaggina stanziale, esclusi gli ungulati, la Provincia ha confermato il divieto all’uso e detenzione di armi a canna rigata.

Per la caccia ad appostamento temporaneo, inoltre, si possono usare solo strutture portatili prefabbricate: si può abbattere solo fauna migratoria. Il recente decreto del Governo in materia di caccia, inoltre, introduce nuove misure di conservazione relative alle Zps (Zone di protezione speciale), le aree dichiarate di particolare pregio ambientale che nel modenese sono in tutto 15 (sei in montagna e nove in pianura).

Per queste zone tra le novità principali spiccano il divieto di caccia prima della terza domenica di settembre (dal prossimo anno dalla prima domenica), a eccezione della caccia di selezione agli ungulati e al cinghiale, e nel mese di gennaio (sempre ungulati e cinghiali esclusi, oltre a quella di appostamento per due giornate prefissate alla settimana). Vietato anche svolgere l’attività di addestramento di cani da caccia, con o senza sparo, prima della seconda domenica di settembre e dopo la chiusura della stagione venatoria, Per ulteriori informazioni sul decreto si può consultare la normativa completa sul sito www.agrimodena.it.

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
15/9/2006
Numero
1227
Ora
15.00
chiusura della tabella
Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Amministrativa
··› Servizio Affari Generali e Polizia Provinciale
···› Ufficio Stampa
ProprietÓ dell'articolo
autore: Ufficio stampa
data di creazione: venerdý 15 settembre 2006
data di modifica: venerdý 15 settembre 2006