Barra navigazione

Stampa

Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: Barra navigazione | · Stampa

Comunicato stampa N° 467 del 13/4/2007

poiane e fringuelli dopo le cure tornano a volare
liberati a nonantola dalla polizia provinciale

Oltre 50 uccelli, tra cui tre splendide poiane, provenenti da sequestri per detenzione abusiva operati dalla Polizia provinciale o salvati in precarie condizioni di salute, tornano a volare dopo le cure dei volontari del Centro soccorso animali di Modena. La liberazione è avvenuta giovedì 12 aprile nell’oasi del Torrazzuolo di Nonantola alla presenza del presidente della Provincia di Modena Emilio Sabattini, il responsabile del  Centro Piero Milani, rappresentanti della Polizia provinciale e alcune classi della scuola elementare di Nonantola. 

Come sottolinea Sabattini «l’impegno della Provincia per la salvaguardia della fauna selvatica rappresenta un contributo alla conservazione delle biodiversità e del nostro patrimonio naturalistico».

Le poiane, un rapace simile all’aquila ma di dimensioni più ridotte, erano state recuperate nei mesi scorsi dagli agenti in pessime condizioni in diverse aree dell’Appennino. Ora tornano a volare, insieme a diversi esemplari di fringuelli, peppole, verdoni, verzellini, passere scopaiole e cardellini, «sequestrati a cittadini –  spiega Milani – che li tenevano in gabbia, spesso in condizioni molto difficili, nonostante il divieto stabilito dalla legge sulla tutela della fauna selvatica».

Diffusa nel nostro Appennino, la poiana può arrivare ad una lunghezza di oltre 50 centimetri, ha corpo massiccio con coda ampia e arrotondata e ali larghe ma corte. Tipico delle poiane è il volo lento e con ampi e lunghi volteggi planari. Si ciba di piccoli mammiferi, insetti, talvolta uccelli ma anche carogne ed è una grande sterminatrice di topi.

Dall’inizio dell’anno Polizia provinciale e il Centro soccorso animali hanno salvato oltre 200 animali selvatici in difficoltà, soprattutto caprioli investiti, istrici, tassi e diversi rapaci. Un’attività costante che non si è interrotta nemmeno nel periodo pasquale quando sono stati liberati un tasso  e alcuni caprioli nel Parco dei Sassi di Roccamalatina.

L’attività di recupero di animali selvatici in difficoltà viene eseguita dai volontari dell’associazione  in collaborazione con la Polizia provinciale e sulla base di un apposita convenzione con la Provincia di Modena che è stata rinnovata anche per il 2007.

Per le segnalazioni e richieste di intervento sono attivi 24 ore su 24 alcuni numeri telefonici: 339 8183676-339 3535192 oppure è possibile chiamare anche il servizio 118.

 

 

Scheda informativa

Scheda informativa
Data comunicato
13/4/2007
Numero
467
Ora
14
chiusura della tabella

Documentazione allegata

Allegati

FOTO
il momento della liberazione delle poiane
data dell'ultimo aggiornamento: venerdý 13 aprile 2007
Poiane-liberate-Milani.jpg (180Kb)
Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Amministrativa
··› Servizio Affari Generali e Polizia Provinciale
···› Ufficio Stampa
ProprietÓ dell'articolo
autore: ufficio stampa
data di creazione: venerdý 13 aprile 2007
data di modifica: venerdý 13 aprile 2007